Titolo I – Principi generali (artt. 1 – 22)

1. Le norme deontologiche si applicano a tutti gli avvocati nella loro attività professionale, nei reciproci rapporti e in quelli con i terzi; si applicano anche ai comportamenti nella vita privata1, quando ne risulti compromessa la reputazione personale o l’immagine della professione forense.

2. I praticanti sono soggetti ai doveri e alle norme deontologiche degli avvocati e al potere disciplinare degli Organi forensi.

Normativa correlata:

Normativa previgente:

Note:

  1. La potenziale rilevanza deontologica della vita privata dell’avvocato è prevista, con superflua ripetizione, sia nell’art. 2 co. 1 cdf, sia nell’art. 9 co. 2 cdf ↩︎

👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy