No, il codice deontologico si applica solo agli iscritti all’albo o registro (avvocati, anche stabiliti e praticanti), salvo eccezioni espresse, come ad esempio gli avvocati stranieri che esercitano in Italia senza essere iscritti ad alcun albo o registro nazionale (art. 3 cdf). Chi non è iscritto all’albo, pertanto, non è soggetto alle norme del CDF (art. 2 cdf), ma deve comunque rispettare le leggi e le normative in vigore per la propria attività professionale. Tuttavia, anche se non iscritti all’albo, i professionisti possono scegliere di adottare volontariamente il codice deontologico forense come riferimento etico per la propria attività.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy