Sì, il COA di appartenenza dell’iscritto può subordinare la consegna del nulla osta al trasferimento ad altro COA al saldo della sua morosità. Questo è stato confermato dal Consiglio Nazionale Forense nella sentenza del 13 dicembre 2018, n. 168. In particolare, il Consiglio Nazionale Forense ha stabilito che la materiale consegna del nulla osta al trasferimento ad altro COA è legittimamente subordinata al saldo della pregressa morosità da parte dell’iscritto medesimo nei confronti dell’attuale COA di appartenenza, ad esempio per mancato pagamento dei contributi annuali. Ciò significa che, se l’iscritto è moroso nei confronti del COA di appartenenza, il COA può subordinare la consegna del nulla osta al trasferimento ad altro COA al saldo della sua morosità. In questo modo, il COA garantisce il rispetto delle norme deontologiche e la tutela degli interessi dell’Ordine e degli altri iscritti. Tuttavia, è importante sottolineare che il COA non può utilizzare la morosità come pretesto per impedire il trasferimento dell’iscritto ad altro COA. Il COA deve sempre agire nel rispetto delle norme deontologiche e garantire il diritto dell’iscritto di trasferirsi ad altro COA, a meno che non sussistano motivi legittimi per negare il trasferimento.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy