No, nella vigente disciplina (art. 56 L. n. 247/2012), il giudicato penale non incide sull’individuazione del giorno del decorso della prescrizione dell’azione disciplinare (dies a quo prescrizione). Ciò significa che, anche se è stata emessa una sentenza penale definitiva, l’azione disciplinare può essere ancora avviata e il termine di prescrizione decorre dal giorno della consumazione del fatto o dalla cessazione della condotta, a seconda dei casi.

Ti invito a consultare la sentenza n. 266 del 30 dicembre 2022 del Consiglio Nazionale Forense, che ha chiarito questo punto.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy