Il procedimento disciplinare degli avvocati in Italia è ispirato al principio accusatorio. Questo significa che il CDD ha l’onere di provare l’addebito contestato all’incolpato, mentre quest’ultimo ha il diritto di difendersi e di fornire le proprie prove a sostegno della propria posizione. Tuttavia, è importante sottolineare che il procedimento disciplinare degli avvocati presenta alcune caratteristiche inquisitorie, come ad esempio la possibilità per il CDD di acquisire d’ufficio prove e informazioni, nonché di disporre l’interrogatorio dell’incolpato e di altri testimoni. Tuttavia, queste caratteristiche non sono in contrasto con il principio accusatorio, ma servono a garantire la corretta valutazione delle prove e la ricerca della verità materiale.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy