In ambito disciplinare, il criterio della prevenzione indica il principio secondo cui la competenza a procedere disciplinarmente spetta al Consiglio distrettuale di disciplina (CDD) del distretto in cui l’avvocato è iscritto al momento dell’iscrizione della notizia nel registro riservato, anche se il fatto contestato è avvenuto in un altro distretto. In altre parole, il criterio della prevenzione prevede che la competenza a procedere disciplinarmente spetti al CDD del distretto in cui l’avvocato è iscritto al momento in cui viene registrata la notizia di reato o di violazione delle norme deontologiche nel registro riservato degli avvocati. Questo criterio è finalizzato a garantire una maggiore efficienza e celerità del procedimento disciplinare, evitando che la competenza venga spostata da un CDD all’altro in base al luogo in cui è avvenuto il fatto contestato.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy