No, la laurea “honoris causa” o “ad honorem” non vale ai fini dell’iscrizione nel Registro dei Praticanti o nell’Albo degli Avvocati. Questo perché si tratta di un riconoscimento onorifico e non rappresenta un titolo di studio conseguito attraverso un percorso di studi universitari regolare e il superamento degli esami previsti. Pertanto, non può essere considerata un titolo idoneo per l’iscrizione nel Registro dei Praticanti o nell’Albo degli Avvocati. Questo è stato confermato dal Consiglio Nazionale Forense con il parere n. 96 del 25 settembre 2013.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy