Sì, la violazione degli impegni assunti in sede di Conciliazione avanti al COA costituisce un illecito deontologico. L’avvocato ha l’obbligo di rispettare gli impegni assunti in sede di conciliazione, in quanto ciò rappresenta un dovere di leale collaborazione con il COA e un principio fondamentale della deontologia forense. L’omissione di adempiere agli impegni assunti può essere considerata un comportamento dilatorio e può comportare l’applicazione di sanzioni disciplinari. La sentenza del Consiglio Nazionale Forense del 25 ottobre 2018, n. 134, ha confermato questa interpretazione della normativa deontologica.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy