Sì, l’esercizio della professione forense è compatibile con l’attività di amministratore di condominio. Il Consiglio nazionale forense ha chiarito, con il proprio parere n. 23 del 20 febbraio 2013, che non sussiste incompatibilità alcuna tra l’esercizio della professione forense e lo svolgimento di attività di gestione di condomini. Tuttavia, se l’iscritto assume contemporaneamente la carica di amministratore di una società avente ad oggetto l’attività di gestione del condominio, potrebbe sussistere l’incompatibilità prevista dall’art. 18, lett. c) della legge n. 39/2013, se l’oggetto della attività della società non è limitato esclusivamente all’amministrazione di beni personali o familiari, o se non si tratta di enti e consorzi pubblici o di società a capitale interamente pubblico.


👉 Archivio NL

✔️ Privacy policy